Home

Avviso ALTERNANZA PRESENZE GENNAIO 2022


Il prof. Franco Maceri ci ha improvvisamente lasciati.

Direttore di ricerca del Consiglio Nazionale delle Ricerche, poi Ordinario di Scienza delle Costruzioni e Preside della Facoltà di Ingegneria dell’Università della Calabria, Franco Maceri si è trasferito nel 1982 presso il nostro Ateneo, contribuendo alla sua fondazione. È stato Preside della Facoltà di Ingegneria dal 1990 al 1999. Ha favorito la crescita dell’Ingegneria nell’Ateneo, promuovendo lo sviluppo di nuovi settori di ricerca che si sono rivelati di importanza strategica per il riconoscimento di Tor Vergata a livello nazionale e internazionale. Ha fondato e presieduto il corso di dottorato in Ingegneria delle Strutture ed il corso di laurea in Ingegneria Medica, fino al suo pensionamento nel 2011, continuando poi ad offrire la sua opera come Docens Turris Virgatae.

Tra i numerosi ruoli di responsabilità, Franco Maceri è stato Presidente del Consiglio Scientifico dell’Istituto Centrale per l’Industrializzazione e le Tecnologie Edilizie del CNR, componente del Comitato Nazionale per le Scienze di Ingegneria ed Architettura del CNR, Presidente della Commissione di studio del CNR per la predisposizione e l’analisi di norme tecniche relative alle costruzioni, Presidente della European Society for Computer Simulation, Presidente della Italian Society for Computer Simulations, Presidente del Consiglio Scientifico del Laboratoire Lagrange.

Vastissime e di rilievo le sue interazioni scientifiche internazionali, in special modo con il mondo della ricerca francese, come testimoniano il titolo di dottore di ricerca honoris causa conferitogli dall’École Nationale des Ponts et Chaussées, la fondazione e promozione del Laboratoire Lagrange, il grado d’Officier dans l’Ordre national du Mérite conferitogli dal Presidente della Repubblica Francese in riconoscimento delle sue attività per lo sviluppo della cooperazione italo-francese.

È stato protagonista appassionato della Scienza delle Costruzioni, fornendo importanti contributi (teorici, applicativi, normativi) alle teorie unilaterali in meccanica dei solidi, all’applicazione della matematica alla meccanica, all’ingegneria delle grandi strutture, all’innovazione dei materiali nell’ingegneria civile, ai materiali intelligenti ed al loro impiego, alla biomeccanica. Accanto alle straordinarie conoscenze e capacità tecniche, ha coltivato, rinnovando la tradizione dei grandi scienziati italiani, una altrettanto straordinaria cultura umanistica.

Con la sua visione illuminata, la sua passione incessante, la sua personalità carismatica, il prof. Maceri ha personificato il ruolo del Maestro, offrendosi come guida e riferimento di colleghi, allievi, studenti. Gli siamo grati per tutto quanto ha saputo e voluto dare.

Con la più sincera vicinanza, giunga un pensiero di conforto ai suoi cari.

I funerali si svolgeranno martedì 21 dicembre alle ore 11:00 nella chiesa di Santa Maria di Piedigrotta, Piazza Piedigrotta, 24, 80122 Napoli

IL RETTORE
Prof. Orazio Schillaci

 

 


QUI e QUI i giorni di chiusura dell’ateneo per le vacanze di Natale 2021 e Inizio 2022. Buone Feste!

 

 


 



 

Da novembre 2021, percorsi formativi – PCTO a INGEGNERIA


 

Ingegneria a Tor Vergata: quando studiare qui, premia

 

Ingegneria a Tor Vergata offre 25 corsi di laurea tra triennali, magistrali, magistrale a ciclo unico e un corso di laurea con modalità di svolgimento mista (parzialmente on-line).

Importante l’offerta didattica in lingua inglese: è possibile iscriversi ai due nuovi corsi di laurea magistrale in Chemistry for Nano Engineering e Mechatronics che affiancano la magistrale in ICT and Internet Engineering. E sempre in inglese c’è la triennale in Engineering Sciences, a cui si può accedere senza contributo extra.

Secondo i dati della XXII Indagine 2020 – AlmaLaurea, gli studenti di Ingegneria “Tor Vergata” che si sono laureati alla triennale nel 2019 sono per il 68,9% ragazzi e per il 31,1% ragazze, con una buona crescita di queste ultime negli ultimi anni. Tra l’altro con una votazione di molto superiore alla media nazionale (101 su 96,5) e considerandosi in gran parte soddisfatti del corso di laurea scelto (87,5%).

Oltre il 90% dei nostri studenti e studentesse sceglie di proseguire gli studi (93,1%) e lo fa con successo! Il voto medio di laurea magistrale è 109,6, contro una media nazionale di 106,7.

Dal punto di vista occupazionale, a un anno dalla laurea magistrale il 79,2% dei nostri studenti e studentesse ha trovato lavoro, superando di un punto la media nazionale (78,2%). A tre anni dalla laurea magistrale il 94,9% dei/le laureati/e in Ingegneria a “Tor Vergata” lavora con una retribuzione media netta di €1632, di cui circa il 73% a tempo indeterminato.

Un dato piuttosto importante: più di 3 ragazzi su 4 (76,3%) – in aumento rispetto agli scorsi anni – si iscriverebbero nuovamente allo stesso corso di laurea e il 95,8% considera efficace la laurea nel lavoro svolto.

La comunità universitaria ha a disposizione 20mila m2 di area didattica, oltre 50 tra aule e laboratori. E 25mila m2 di spazio verde all’aperto.

 


Villa Adriana a colori, scoperti affreschi, intonaci e pitture che rivestivano la città dell’imperatore.

Durante il convegno internazionale di studi di architettura dal titolo “Adventus Hadriani”, mercoledì 3 novembre nella prestigiosa sede di Castel Sant’Angelo, presso la Sala della Biblioteca, alle ore 16:00, è stato presentato il volume “Ricerche sull’architettura adrianea” e al tempo stesso anche gli scavi in Valle Picta, una zona interdetta ai visitatori di Villa Adriana, che hanno portato alla luce un grandissima quantità di frammenti pittorici. Gli scavi sono stati coordinati anche dalla prof. Giuseppina Cinque, docente di Disegno dell’Architettura, del DICII – Dipartimento di Ingegneria Civile e Ingegneria Informatica di “Tor Vergata”.

crediti Ministero della Cultura Ville Adriana d’Este

 

 


i nostri dipartimenti