In-TIME e l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” insieme per la formazione specialistica GIS

A novembre partono i corsi GIS altamente specializzanti proposti da In-TIME, spin-off dell’Università di Roma “Tor Vergata”, in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria Civile e Ingegneria Informatica.

In dettaglio
In-TIME S.r.l., spin-off universitario con esperienza decennale nel settore GIS in ambito pubblico e privato, e il Dipartimento di Ingegneria Civile e Ingegneria Informatica dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata hanno progettato percorsi di formazione specialistica nel campo dell’informatica geografica, che spaziano dai corsi di base sugli strumenti open-source più diffusi (QGIS) a quelli avanzati sullo sviluppo di plugin e applicazioni custom geografiche (Python), dalla progettazione e implementazione di banche dati geografiche in RDBMS (PostgreSQL/PostGIS) allo sviluppo di applicazioni web-GIS.

L’iniziativa si colloca in un più ampio contesto di collaborazione tra In-TIME e l’Università che ormai da 10 anni propone un Master universitario di II livello in “Geospatial Science & Technology” sotto il coordinamento della Prof.ssa Maria Ioannilli. I corsi sono tenuti dai docenti con esperienza decennale in ambito formativo e sui sistemi informativi territoriali.

A chi si rivolge
La nuova iniziativa di formazione specialistica è rivolta a professionisti, dipendenti pubblici e privati, neolaureati e in generale a chiunque abbia intenzione di acquisire competenze specialistiche come analista GIS, come sviluppatore GIS desktop e web o come esperto in geodatabase, mediante percorsi formativi di durata più breve (3 giorni) rispetto ad un Master di durata annuale.

I corsi attualmente in calendario sono i seguenti:

  • QGIS livello base e avanzato
  • WebGIS livello base e avanzato
  • PostgreSQL/PostGIS livello base e avanzato
  • Python (PyQGIS, PyQT)

Il calendario completo ed aggiornato è disponibile alla pagina: https://innovazioniperlaterra.org/formazione/calendario

Sono previste diverse agevolazioni sia sui singoli corsi che sui pacchetti formativi.

Per Aziende ed Enti, è inoltre prevista la possibilità di richiedere percorsi di formazione su tematiche specifiche, al fine di risolvere necessità operative o produttive anche con attività di supporto dei nostri docenti presso le proprie sedi.

Sede e modalità di svolgimento
La sede delle attività di formazione è a Roma, presso il Dipartimento di Ingegneria Civile e Informatica dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata. I corsi inoltre potranno essere seguiti in modalità Live Streaming.

Contatti
 Via del Politecnico 1, 00133, Roma

+39 06.7259.7296

formazione@innovazioniperlaterra.org

 

11/10 – Per la Domenica di Carta 2020, la mostra “Sanificare la città. Ingegneria del Tevere a Roma: soluzioni tecniche e igieniche” a Sant’Ivo alla Sapienza curata da DICII e Archivio di Stato di Roma

In occasione della Domenica di carta 2020, l’Archivio di Stato di Roma allestisce al complesso di Sant’Ivo alla Sapienza “Sanificare la città. Ingegneria del Tevere a Roma: soluzioni tecniche e igieniche, una piccola ma preziosa mostra visitabile gratuitamente nel pomeriggio di domenica 11/10 dalle 15 alle 19.

La mostra, dando seguito all’esposizione incentrata sulle opere di difesa e di attraversamento del fiume – argini e ponti – allestita per le Giornate Europee del Patrimonio 2020 (26-27 settembre), si arricchisce ora di due nuove sezioni.

La prima è dedicata al racconto della progettazione e della costruzione delle “opere occorrenti per lo scolo delle acque di pioggia, di sorgiva, di rifiuti di fontane e delle materie luride”, realizzate nell’ambito dell’inalveazione del Tevere urbano e volte a garantire la sanificazione della nuova capitale d’Italia, evitando anche la diffusione di malattie infettive a seguito delle piene del Tevere. Nella seconda sezione è presentato un approfondimento sulle difficili condizioni di lavoro nei cantieri degli argini del Tevere e sugli infortuni, i rischi e le malattie, come la “malattia dei cassoni”, correlati alla costruzione di queste infrastrutture tra la metà degli anni Settanta dell’Ottocento e la metà del Novecento (è disponibile la PRESENTAZIONE della mostra).

L’evento è organizzato nell’ambito di una convenzione triennale di ricerca con il Dipartimento di Ingegneria Civile e Ingegneria Informatica (DICII) dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, per la valorizzazione storico-tecnica del Fondo Genio Civile di Roma.

La mostra è parte di una serie di contributi dedicati alla valorizzazione del fondo dell’Ufficio Speciale del Genio Civile per il Tevere e l’Agro Romano, conservato presso la sede decentrata dell’Istituto, in via di Galla Placidia, con l’obiettivo di riscoprire la ricca documentazione e la preziosa collezione di lastre fotografiche ivi conservate. L’evento si inserisce nell’ambito della conoscenza e della valorizzazione delle opere d’ingegneria del Tevere nella storia della città di Roma, ponendo l’attenzione sul ruolo operativo della documentazione per i progetti di tutela e di manutenzione di queste infrastrutture, in un momento in cui la fragilità del territorio è di drammatica attualità.

 

Gruppo di Lavoro Archivio di Stato di Roma

Elisabetta Reale

Vincenzo De Meo

Giovanna Mentonelli

Letizia Leti

Collaboratori

Marcello Carbone

 

Gruppo di Lavoro Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”

Stefania Mornati

Ilaria Giannetti

26-27/09 – Visitabile la mostra “Ingegneria del Tevere a Roma” nel complesso di Sant’Ivo alla Sapienza

Ingegneria del Tevere a Roma.

Un racconto dai documenti dell’Ufficio Speciale del Genio Civile per il Tevere e l’Agro Romano   Per le Giornate Europee del Patrimonio 2020 l’Archivio di Stato di Roma allestisce, in collaborazione con l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, la mostra Ingegneria del Tevere a Roma. Un racconto dai documenti dell’Ufficio Speciale del Genio Civile per il Tevere e l’Agro Romano. La mostra è organizzata nell’ambito di una convenzione di ricerca con il Dipartimento di Ingegneria Civile e Ingegneria Informatica (DICII), per la valorizzazione storico-tecnica del Fondo Genio Civile di Roma.

L’esposizione è finanziata da un Grant dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, bando Beyond Borders 2019, progetto EpoCA (responsabile Zila Rinaldi). Per l’occasione, visto il tema delle Giornate del Patrimonio 2020 – Heritage and Education –, la preparazione della mostra è stata concepita come un laboratorio didattico, coinvolgendo gli studenti dei corsi di laurea afferenti al DICII.

L’esposizione presenta i risultati di una prima ricognizione sull’archivio dell’Ufficio Speciale del Genio Civile per il Tevere e l’Agro Romano, conservato presso la sede decentrata dell’Istituto, in via di Galla Placidia, con l’obiettivo di riscoprire la preziosa collezione documentale, nell’ambito della conoscenza e della valorizzazione delle opere d’ingegneria del Tevere – argini e ponti – nella storia della città di Roma. In un momento in cui la fragilità del territorio è di drammatica attualità, la mostra intende sottolineare anche l’importanza operativa della documentazione dell’Archivio per i progetti di tutela e di manutenzione di queste infrastrutture, attualmente in uso, e per le analisi della sicurezza delle aree limitrofe al fiume. È disponibile alla consultazione la presentazione della mostra.

L’evento, primo di una serie di contributi dedicati al tema, è diviso in due sezioni: le opere di difesa e le opere attraversamento del fiume. Nelle sezioni della mostra sono presentati due approfondimenti, volti a illustrare la ricchezza documentale dell’Archivio: il primo è dedicato al progetto dei muraglioni per l’inalveazione del Tevere, realizzati a valle della piena del fiume nel 1870 nei primi decenni di Roma capitale; il secondo, alla lunga costruzione del ponte alla Magliana (1938-50) tra fascismo, guerra e ricostruzione. L’esposizione sarà visitabile in sede nei pomeriggi di sabato 26 e domenica 27 settembre presso il Complesso di Sant’Ivo alla Sapienza, dalle ore 15 alle 19. Ingresso gratuito.

Gruppo di lavoro Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” – DICII

Stefania Mornati
Ilaria Giannetti
Francesca Casini (per la sezione 1. Opere di difesa)

collaboratori
Fiammetta Di Stefano studentessa del CdS Ingegneria e Tecniche del Costruire

 

Gruppo di lavoro Archivio di Stato di Roma

Elisabetta Reale
Vincenzo De Meo
Giovanna Mentonelli
Letizia Leli

collaboratori
Marcello Carbone

Link al sito dell’evento sul sito del MiBACT

Link al sito dell’evento sul sito dell’Archivio di Stato di Roma

Ingegneria civile: 30 studenti ai Fori Imperiali nelle gallerie della Metro C

Trenta studenti della magistrale in Ingegneria Civile guidati dalla prof. Francesca Casini hanno avuto il 28 gennaio scorso l’opportunità di visitare il cantiere della fermata della Metro C Fori Imperiali, in costruzione nel cuore di Roma.

Una visita tecnica agli scavi della metropolitana, programmata all’interno del corso di Scavi e opere di sostegno della laurea magistrale in Ingegneria Civile (guardane il profilo FB https://www.facebook.com/IngegneriaCivileUniroma2/ ) Gli studenti hanno così potuto vedere dal vivo i principali metodi di supporto degli scavi tra cui il jet grouting e gli ancoraggi.

La prof. Casini ha collaborato con Metro C per il sottopasso in corrispondenza dello snodo San Giovanni, per la realizzazione del quale è stato usato il metodo di congelamento del terreno descritto in frozen.uniroma2.it


(foto @MetroCScpa)

Master BIM-M: entro il 20/02 le preiscrizioni

Sono aperte le preiscrizioni per l’a.a. 2019/2020 alla prima edizione del Master Universitario di II livello in “Gestione Informativa Delle Grandi Opere Civili – Building Information Modelling And Management (Bim-m), offerto nell’ambito del panorama formativo dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”.

Il Master è finalizzato alla formazione di professionisti in grado di lavorare, nel settore delle grandi opere civili, secondo le innovative metodologie di Building Information Modelling and Management (BIM-M).

É anche previsto uno specifico ambito di formazione concernente gli strumenti informatici di supporto alla implementazione del processo, inquadrati e applicati principalmente sotto il profilo dei metodi della progettazione collaborativa. Le cognizioni teoriche e tecniche aquisite saranno poi sperimentate all’interno di due specifici ambiti progettuali concernenti le infrastrutture a rete, che rappresentano la frontiera di applicazione della metodologia BIM.

Il Master si svolge mediante lezioni in aula per un monte ore totale di 415 ore articolate in 4 moduli didattici:

  1. Il ciclo delle opere civili, che oltre a fornire fornisce le cognizioni teoriche fondamentali approfondisce le tematiche connesse al Project Management, alla gara d’appalto ed alla gestione dei Big Data.
  2. Metodologie, che introduce i concetti e le metodologie della progettazione parametrica e collaborativa con la finalità di ricondurre tutte le fasi di progettazione tradizionale all’interno di un unico processo informativo, focalizzandosi sull’approccio al BIM e sull’integrazione e condivisione dei flussi di lavoro e di comunicazione.
  3. Dalla proposta all’esecuzione dell’opera, che comprende lezioni applicative relative agli strumenti software impiegati sia a livello tradizionale che in ottica di approccio collaborativo, con particolare focus sui BIM USE.
  4. Approfondimenti tematici su specifici campi di applicazione ed in particolare nell’ambito delle infrastrutture a rete

È previsto lo svolgimento di un project work o di attività di stage presso aziende private ed enti pubblici di riferimento nel settore, finalizzati all’inserimento nel mondo lavorativo. A conclusione del Master gli iscritti che abbiano superato le prove di verifica del profitto e la prova finale conseguiranno il titolo di Master Universitario di II livello in “Gestione informativa delle grandi opere civili – Building Information Modelling and Management (BIM-M)”.

Sono disponibili agevolazioni, premi e borse di studio a copertura dei costi di iscrizione.

Il termine di presentazione della domanda di ammissione è fissato per il 20 febbraio 2020.

 

Per qualsiasi informazione è possibile contattare la Segreteria Didattica del Master:  

info@bim-m.uniroma2.it

Tel: 06.7259.7296 ‐ Fax: 06.7259.7480

o consultare le nostre pagine:

https://bim-m.uniroma2.it/ 

 https://www.facebook.com/masterbimM   

https://www.linkedin.com/school/master-bim-m