Pubblicato nuovo bando per il corso della Scuola Superiore TLC

Pubblicato il  nuovo bando della Scuola Superiore SSSTLC – a.a. 2019/2020 e il piano didattico, rivolto ai laureati in Ingegneria. 

Possono partecipare al corso, senza limitazioni di età e cittadinanza, coloro che sono in possesso di uno fra i seguenti titoli universitari:

– Laurea di primo livello rilasciata dalle Facoltà di Ingegneria

– Laurea di secondo livello rilasciata dalle Facoltà di Ingegneria

– Diploma di laurea quinquennale in Ingegneria secondo la precedente normativa ( vecchio ordinamento ante (509/1999)

 

Trova QUI il bando, il piano didattico e i moduli per la domanda

 

In via sperimentale, per un limitato numero di studenti, è in corso di individuazione il numero massimo di lezioni frontali che potranno essere seguite anche in modalità on line, fermo restando l’obbligatorietà della presenza in aula per le attività di laboratorio e per gli esami previsti.

In funzione del numero di adesioni saranno rese note le procedure da seguire per la fruizioni delle lezioni frontali in modalità on line.

La Scuola Superiore di Specializzazione in Telecomunicazioni  opera a livello universitario presso l’Istituto Superiore delle Comunicazioni e delle Tecnologie dell’Informazione del Ministero dello Sviluppo Economico

Obiettivo del corso è quello realizzare un percorso formativo di aggiornamento tecnico-scientifico nel campo dell’ICT, in linea con la rapida evoluzione tecnologica e normativa, nonché di favorire la formazione di professionalità dotate di competenze trasversali, fornendo una visione integrata dei processi che governano il settore delle comunicazioni elettroniche, dell’ICT e della Cyber Security.

Le materie trattate rispondono a precise esigenze di natura teorica e pratica basandosi anche sui risultati di studi e ricerche sperimentali nonché beneficiando dell’esperienza e professionalità maturate nell’ambito  dei Laboratori dell’Istituto Superiore delle comunicazioni e delle tecnologie dell’informazione.

Per lo svolgimento del corso e per l’organizzazione delle attività formative, la Scuola Superiore si avvale:

delle competenze scientifiche teorico-metodologiche e sperimentali e dell’esperienza didattica di docenti Universitari e di esperti del settore ICT ;

delle competenze dei tecnici esperti dell’Istituto Superiore CTI, molti dei quali operano in laboratori all’avanguardia sia per i temi trattati sia per la strumentazione in dotazione.

Per i dipendenti delle Amministrazioni civili e militari dello Stato laureati in ingegneria, previo nulla osta delle Amministrazioni di appartenenza, la partecipazione è  a titolo gratuito.

Sono ammessi a frequentare uno o più moduli didattici, come uditori, anche i candidati in possesso di laurea triennale o laurea magistrale rilasciata da altre Facoltà che, a fronte di un interesse professionale specifico, intendano approfondire determinate tematiche.

Al termine dei moduli scelti, agli uditori sarà rilasciato un attestato di frequenza.

Le lezioni si svolgeranno presso la sede dell’Istituto Superiore C.T.I. – viale America 201 – Roma

Il termine di presentazione delle domande per l’iscrizione è stato fissato al 30 settembre 2019

 

9/06 – KPMG organizza la Cyber Challenge

Volentieri segnaliamo la Cyber Challenge di KPMG

 

Il 9 giugno, a Milano, KPMG organizza la Cyber Challenge, una competition capture the flag su temi di Cyber Security.

Con l’aiuto dei nostri consulenti, esperti sui contenuti del challenge, i partecipanti avranno 7 ore per conquistare le flag (gli obiettivi), sfidando livelli di difficoltà sempre maggiori.

Partecipare a questa competition è l’occasione per approfondire aspetti fondamentali della sicurezza informatica!

Al termine della giornata i vincitori saranno premiati e festeggiati con un rinfresco per celebrare la vittoria.

Come partecipare

Se sei appassionato di Cyber Security, invia la tua candidatura qui: Cybersec Challange @ KPMG.

Cosa portare

È caldamente consigliato ai partecipanti di portare con sé un PC con spazio libero su disco di almeno 30 GB e 8 GB di RAM. Consigliamo anche di dotarsi di una distribuzione per le attività di PenTest (Kali, Parrot OS, BackBox, Pentoo, Bugtraq) e installati strumenti di virtualizzazione (VMWare, VirtualBox, QEmu) Sei pronto ad affrontare la sfida?

Join the challenge!

#jointhechange