Progetto SMAsat

Titolo Completo: Attuatori SMA per satelliti

Durata: 18 mesi

Organismi di Ricerca:
Università di Roma “Tor Vergata”
Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale

Imprese: A.M. Engineering & Industrial Research 

Obiettivi del progetto:

Il progetto prevede lo studio del comportamento meccanico ed elettrico di leghe SMA in relazione alla microstruttura della lega durante le trasformazioni di fase indotte da carichi esterni. Tale studio consentirà di realizzare attuazioni caratterizzate dalla ridotta quantità di componenti, al fine di ridurre la probabilità di guasto, e quindi particolarmente adatte in tutte le condizioni di difficile raggiungibilità per manutenzione o per riparazione, come ad esempio nell’impiego per uso satellitare.

Tali prestazioni sono ottenibili utilizzando la naturale attitudine delle leghe SMA a “ricordare” una forma di partenza sotto l’azione di effetti termici. Ciò è dovuto alla possibilità di variare la microstruttura, senza ricristallizzazione, da una iniziale (generalmente detta austenite) ad una finale (generalmente detta martensite) sotto l’azione di un carico esterno, e di recuperare la struttura iniziale semplicemente riscaldando la lega ad una temperatura superiore alla temperatura critica di stabilità dell’austenite.

Il movimento degli organi costituiti da lega SMA è quindi dovuta alla possibilità di recuperare una forma iniziale, senza utilizzo di componenti aggiuntivi. In particolare, le attuazioni in SMA non hanno bisogno di componentistica discreta, in quanto i componenti sono di fatto i grani cristallini della lega.