Tirocini: HERTZ cerca laureando in Ingegneria Gestionale

Si ricerca tirocinante con conoscenza avanzata di office, buona conoscenza della lingua inglese, persona dinamica, intraprendente, collaborativa ma autonoma nel proprio lavoro, con ottime capacità analitiche e comunicative.

Lo stage prevede affiancamento iniziale da parte del tutor aziendale e del team (training on the job) per svolgere le seguenti attività:
Analisi e monitoraggio dei principali Key Performance Indicators; Root cause analysis per ridurre refund ai Clienti; Aggiornamento e manutenzione delle procedure operative; Attività di controllo e monitoraggio di processi interni; Reporting e Quality Check.

E’ prevista formazione in aula di onboarding e corso sulla sicurezza nei luoghi di lavoro. Competenze Obiettivo: team work e problem solving; priority skills e capacità organizzative lavorando per obiettivi.

Lo stage avrà durata semestrale e inizierà a metà Gennaio.
E’ previsto un compenso mensile di 550 € e buoni pasto da 5,29 €.

Inviare candidature alla c.a. della Dott.ssa Germani Adelaide, specificando in oggetto “Stage Ops” e allegando il proprio curriculum vitae : agermani@hertz.com.

Campus Italia a Ingegneria Tor Vergata

La troupe di Campus Italia, trasmissione di RAI Italia vista via satellite in America, Africa e Asia (e in streaming in Italia), grazie all’ufficio stampa d’ateneo, è stata a Ingegneria Tor Vergata il 17 e 18 dicembre scorsi per realizzare un servizio su alcuni progetti di didattica e ricerca che quest’anno hanno coinvolto innovativamente gli studenti.

In particolare, la giornalista Lucia Tugnoli si è soffermata su tre casi assai interessanti: STILE house, VELOLAB e FLUIDOLAB a cui hanno lavorato gli studenti di ingegneria. Per loro, tre ragazzi sono stati intervistati: Stefania Rossi (STILE house), Federica Sposato (FLUIDOLAB), Francesco Pretagostini (VELOLAB).

STILE house – Senz’altro un progetto di ateneo poiché gli studenti provengono da diversi corsi di studio: ingegneria edile-architettura, ingegneria energetica, ingegneria meccanica, economia. Dalla collaborazione tra Tor Vergata e la West Virginia University è nata STILE – Sustainable Technology Integrated in a Learning Experience, progetto che come suggerisce il nome stesso cerca di combinare aspetti fondamentali per la competizione Solar Decathlon 2015 organizzata dallo US Department of Energy: sostenibilità energetica attraverso soluzioni innovative e un’estetica semplice ma raffinata.
Il concept si basa sulla contrapposizione formale tra i due elementi che compongono la casa: un box abitativo dalla volumetria chiara e una copertura, sviluppata come elaborazione della forma archetipica dell’arco, elemento fondante dell’architettura romana classica.

Trova tutte le info nella pagina web dedicata all’avventura italiana e statunitense di STILE house.

VELOLAB – È un laboratorio multidisciplinare aperto a tutti gli studenti del 3° anno del corso di laurea in Engineering Sciences e ha come scopo la costruzione di una velomobile, l’ottimizzazione delle sue prestazioni e lo sviluppo di un nuovo modello a pedalata assistita.

Una velomobile è un veicolo a pedali adatto a piccoli spostamenti nei grandi centri urbani dove problemi di traffico e inquinamento rendono particolarmente attraenti le alternative di mobilità sostenibile.

Le attività del VELOLAB hanno lo scopo di insegnare agli studenti non solo a confrontarsi con i problemi tipici dell’ingegneria già durante gli studi di primo livello ma anche di incoraggiare il lavoro in team e l’integrazione tra colleghi di studio.

Il progetto è iniziato con l’individuazione di uno spazio adatto alle attività e con la realizzazione dell’officina che avrebbe ospitato la collaborazione della velomobile. Dopo aver acquistato tutti gli utensili necessari (limitatamente a un budget messo loro a disposizione) hanno iniziato la realizzazione della velomobile secondo un progetto open-source che ha richiesto l’acquisto e il reperimento di materiale di commerciale o di parti realizzate ad hoc.

Durante la fase di costruzione gli studenti si sono organizzati in turni in modo da non affollarsi tutti contemporaneamente intorno al prototipo in costruzione e ciò li ha indotti a passarsi le consegne a ogni cambio turno.

Attualmente la velomobile è in fase di completamento e appena ultimata si procederà con la sua strumentazione (sensori di velocità, potenza, cadenza di pedalata, accelerometri, ecc) in modo da poterne valutare le prestazione mediante dati di telemetria su un percorso standard.

La fase successiva prevede l’ottimizzazione aerodinamica, strutturale e ciclistica del veicolo il cui incremento di prestazioni verrà misurato rispetto alla configurazione di base.

Una volta ultimata questa prima fase del progetto si inizierà una seconda fase in cui si produrrà una versione di velomobile a pedalata assistita che consenta spostamenti a medio raggio nella città.

Le attività previste richiedono competenze nella meccanica, nell’energetica e nell’elettronica che sono i principali indirizzi del corso di laurea in Engineering Sciences.

 

FLUIDOLAB – È un laboratorio di ricerca per l’applicazione della biofluidodinamica ai problemi di emodinamica cardiaca. È stato realizzato un duplicatore della circolazione sistemica ossia un apparato sperimentale che permette di replicare in modo controllato e parametrico il flusso nel ventricolo sinistro del cuore e la dinamica delle valvole connesse (mitralica e aortica) insieme all’aorta ascendente e discendente.

Lo scopo è quello di studiare contemporaneamente sia la dinamica del sangue all’interno del ventricolo sinistro e dell’aorta, sia la dinamica delle parte strutturale che determina il moto del sangue. Tutto ciò permette di studiare sia le alterazioni emodinamiche prodotte da patologie come la dilatazione del ventricolo o l’aneurisma aortico sia le performance di protesi valvolari e le alterazioni prodotte rispetto al normale flusso.

L’apparato permette di regolare in modo preciso e indipendente la frequenza cardiaca, la frazione di eiezione del ventricolo, la pressione di funzionamento e la resistenza alla circolazione così da poter studiare in modo completo e parametrico la dinamica del sistema nei vari regimi di funzionamento.

Tra le misure possibili, oltre a quelle di pressione e portata, vengono registrate le deformazioni della struttura e il campo di velocità del sangue all’interno del ventricolo e attraverso le valvole mediante telecamere ad alta velocità e lame di luce laser. Ciò permette di correlare alterazioni morfologiche a problemi funzionali al fine di escogitare strategie per la diagnosi precoce di patologie o procedure di rimedio.

Le attività vengono svolte in collaborazione con il Policlinico Tor Vergata.

 

Tutorato: banditi 18 assegni per gli studenti di IngegneriaTorVergata

Il Coordinatore della struttura di raccordo della Macroarea di Ingegneria, prof. Schiavon, bandisce una selezione per il conferimento di n. 18 assegni per tutor e per i dottorandi di ricerca.

Gli assegni sono dell’importo di € 2000 (al lordo delle imposte) per un impegno di 200 ore annuali.

La domanda di partecipazione al bando deve essere consegnata dallo studente presso la Segreteria Studenti di Ingegneria entro le ore 12.00 di venerdì 29 gennaio 2016.

Consulta il bando.

 

Premi di laurea e dottorato Fondazione Gabriele Berionne

La Fondazione Gabriele Berionne istituisce un bando di concorso volto a premiare tesi di laurea (Magistrale ex DM 270/2004,specialistica DM 509/1999 o ciclo unico) e tesi di dottorato a carattere economico, aziendalistico e giuridico aventi per oggetto La Risoluzione della Crisi d’Impresa tra Innovazione e Creatività: profili e teorie, modelli e strumenti.

Il bando di concorso prevede l’assegnazione di 4 (quattro) premi, destinati a neo laureati e a neo dottorati.
I primi due premi, uno destinato ad un neo laureato/a e l’altro destinato ad un neo dottorato/a, consistono nella corresponsione dell’importo di euro 3.000 (tremila) ciascuno.

Il terzo ed il quarto premio, sempre destinati ad un neo laureato/a e ad un neo dottorato/a, consistono nella segnalazione alle Società Deloitte ERS – Enterprise Risk Services s.r.l. e KPMG Advisory S.p.A. di una tesi di laurea e di una tesi di dottorato.

Consulta il bando del Premio nel il sito web della Fondazione.