Master PARS: prorogate al 23 marzo le iscrizioni

Sono state prorogate al 23 marzo 2018 le iscrizioni per il Master PARS, il master di primo livello in Progettazione, applicazione, regolamentazione dei Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto (SAPR), organizzato dall’università degli studi di Roma “Tor Vergata” , in collaborazione con ENAC – Ente Nazionale per l’Aviazione Civile.

Nonostante il crescente utilizzo dei Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto (SAPR), conosciuti come droni, in varie aree applicative e di ricerca, sono ancora carenti corsi di livello universitario in cui i vari aspetti di interesse quali la progettazione, l’applicazione, la regolamentazione siano affrontati in maniera organica e approfondita.

Il Master PARS – Progettazione, Applicazione, Regolamentazione dei Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto (SAPR) – ha l’ambizione di formare per la prima volta una nuova classe di specialisti che, pur muovendo dal proprio ambito disciplinare e settoriale di formazione, siano in grado di progettare processi e sistemi di conoscenza basati su SAPR per corrispondere ai processi operativi di riferimento.

Il Master fornisce ai propri studenti le cognizioni teoriche relative ai sistemi di volo, comprese quelle riguardanti la propulsione e l’aerodinamica; affronta gli aspetti relativi all’automazione, al controllo e al pilotaggio assistito da computer; indirizza verso i vari scenari applicativi illustrando le tecniche di telerilevamento, di sensoristica e di analisi dati; permette esercitazioni pratiche di volo.

Il Master inoltre prevede che venga acquisita una specifica competenza in merito alle normative aeronautiche, alla sicurezza e ai regolamenti di pilotaggio remoto: questi aspetti saranno curati direttamente da ENAC che è partner del Master.

Scarica il bando da: https://web.uniroma2.it/module/name/Content/action/showpage/content_id/49844

Per informazioni:

Tel: 06 7259 7734
Mail: info@masterpars.uniroma2.it
FB: http://www.facebook.com/masterpars

23-24/03- Dronitaly 2018 a Milano e c’è anche la Call4Papers sui droni

Dronitaly è l’evento nazionale sui sistemi a pilotaggio remoto per uso civile. Quest’anno si terrà il 23 e 24 marzo presso il Centro Congressi Palazzo delle Stelline di Milano. Si può partecipare come espositori, uditori ma anche come relatori.

Al centro dell’edizione 2018 sarà posto il tema dell’uso professionale dei droni.

> Vuoi promuovere un’esperienza di successo, un progetto in corso con spunti e idee innovative, un lavoro tecnico/scientifico originale, un’applicazione innovativa che preveda l’impiego di mezzi a pilotaggio remoto?

> Presenta il tuo contributo e partecipa come relatore a Dronitaly 2018.

I contributi dovranno vertere sullo sviluppo di droni e sulle relative applicazioni nei seguenti ambiti:

  • agricoltura
  • edilizia e infrastrutture
  • logistica
  • monitoraggio ambientale e del territorio
  • gestione delle emergenze
  • sicurezza

Un panel di esperti valuterà i contributi tenendo in considerazione sia le caratteristiche dell’intervento proposto, sia l’originalità dell’argomento trattato e, infine, l’apporto innovativo nell’uso delle tecnologie.

Anche i nostri studenti sono invitati a partecipare!

Trova QUI tutte le info

 

Il Call for Papers, lanciato da Mirumir srl, organizzatrice di Donitaly2018, con il supporto del Politecnico di Milano, del Politecnico di Torino e ASSORPAS, vuole chiamare a confronto le migliori idee e i progetti più innovativi pensati per l’utilizzo dei droni in ambito professionale. Obiettivo: presentare i migliori risultati all’interno del programma di conferenze previsto per la manifestazione del 23 e 24 marzo a Milano, presso Palazzo delle Stelline.

Gli autori interessati a presentare le proprie memorie avranno tempo fino al 01/03, termine ultimo di invio dei contributi, seguendo le istruzioni riportate nella sezione dedicata all’interno di dronitaly.it, il sito ufficiale della manifestazione.

Gli elaborati dovranno vertere sullo sviluppo dei droni e sulle relative applicazioni nei seguenti ambiti: agricoltura, edilizia e infrastrutture, logistica, monitoraggio ambientale e del territorio, gestione delle emergenze, sicurezza.

Un panel di esperti valuterà i contributi tenendo in considerazione le caratteristiche dell’intervento proposto, l’apporto innovativo nell’uso delle tecnologie e l’originalità dell’argomento trattato. Gli autori dei lavori selezionati saranno invitati come relatori a Dronitaly2018.

L’iniziativa del Call for Papers, prima assoluta del settore, vuole essere uno stimolo al confronto e all’approfondimento circa l’utilizzo dei droni all’interno dei diversi e numerosi ambiti professionali – afferma Daniela Pitton, di Mirumir srl – e saremo felici di poterne presentare i risultati in occasione della 4° edizione di Dronitaly

Il programma dei convegni, ufficializzato nelle prossime settimane, porrà al centro il tema dell’uso professionale dei droni che verrà affrontato anche attraverso l’intervento di noti esperti del settore e alla presentazione di case histories nazionali ed internazionali ad alto impatto innovativo

DRONITALY 2018 – La manifestazione – a cura di Mirumir srl – ospita la variegata filiera di professionisti del settore – oltre 2000 – chiamati per la quarta edizione a un confronto stimolato dal crescente impiego dei droni volanti, acquatici e terrestri in molteplici scenari e dal loro significativo contributo all’ottimizzazione di costi e tempo in capo agli operatori.
Un ventaglio di nuove proposte applicative e il loro sviluppo nel breve e lungo periodo, supportato da un quadro normativo che consenta la più rapida crescita del settore saranno i temi al centro dell’esposizione di marzo.
Logistica, ambiente, edilizia, agricoltura, filmmaking, energia, assicurazioni e gestione dell’emergenza sono alcune delle aree di sviluppo che aggiungono nuovi professionisti al ricco elenco di operatori specializzati nell’utilizzo dei droni in ambito lavorativo.
Associazioni di settore, Media, Istituzioni e Università (Politecnico di Milano e di Torino) avranno parte attiva nella scelta e promozione della discussione attorno al tema della versatilità d’uso dei droni in ambito professionale, attraverso convegni, workshop e seminari che arricchiranno il calendario della manifestazione.
Palazzo delle Stelline, nel cuore di Milano, a pochi metri da Santa Maria delle Grazie, la chiesa che ospita L’Ultima Cena di Leonardo, sarà la piazza in cui, dal 23 al 24 marzo 2018, ricerca e applicazioni, necessità e produttori potranno incontrarsi e avviare un dialogo costruttivo.
Con un evento esclusivo, ospite della prestigiosa location meneghina, Dronitaly2018 svelerà il futuro dei sistemi a pilotaggio remoto negli scenari professionali interessati dalle innovazioni più recenti.

27/11 – workshop “RPAS and Galileo to support photovoltaic plants monitoring”

Engineering School at Tor Vergata, Rome

November 27th 2017 – (H 9.15 – 16.30)

Aula Leonardo, Didactics Building

Look at the workshop agenda in the leaflet on right

 

abstract

RPASs are used in many areas and what’s more, there is no end when it comes to their possibilities. Therefore, the areas of applications are numerous today and there is the growing use of RPASs all around the world. As a general non exhaustive list main areas of applications may be Search and rescue, security operations, surveying and GIS (mapping), Aerial photography & video, unmanned cargo systems, engineering, construction and pre-construction work, aviation, maritime, marketing, real estate, insurance, utilities, mining, meteorology, education, and more.

A really promising sector is without a doubt relevant to inspections activities as many systems such as power lines, wind turbines, and pipelines can be checked in a short time. In particular, a service which is recently emerging refers to photovoltaic plants maintenance operations.

As photovoltaic plants are aging, it is not uncommon that their production lowers due to inefficiency caused by unknown modules on the plant lowering the whole plant’s productivity. Thermal inspections are valuable for PV owners and maintainers, but relevant procedures – currently performed by operators with handheld cameras – are time demanding and sometimes expensive due to safety costs for the personnel involved in the operations. It stands to reason that today such operations are not fully automated yet and the responsive recognition of a broken module might result very difficult in a large PV plant.

As a direct response to the growing need expressed by PV plants owners and maintainers, EASY PV solution is conceived to build up an automatic system for acquiring, geo-referencing and processing both visible and thermal images captured by an RPAS equipped with an EGNSS high accuracy receiver, flying over a photovoltaic field. A proprietary computer vison algorithm automatically processes thermal geo-referenced images allowing to easily detect the defective modules to be contingently replaced.

This seminar, conceived having in mind the above scenario, aims to reach people enthusiast for RPAS and potentially interested to collaborate with the EASY-PV consortium providing them with a technological insight about enabling technologies such as GNSS and computer vision as well as operational concept to be managed to accomplish photovoltaic plants’ maintenance activities. Moreover, an important section is devoted to the regulatory framework, necessarily to be handled due to RPAS involvement in operational activities.